ICTUS: INFORMAZIONE E PREVENZIONE PER I SOCI DI MANAGERITALIA E FEDERMANAGER (GENOVA)

FASI DEL PROGETTO

  1. Prima Fase: Valutazione della consapevolezza sulla malattia (questionario) e Relazione formativa – Prof. Carlo Gandolfo – Ordinario di Neurologia – Clinica Neurologica - 22 febbraio 2017.
  2. Seconda fase: Screening individuale sul rischio di ictus - Clinica Neurologica - 17 e 18 marzo 2017.
  3. Terza fase: Rivalutazione della consapevolezza con riproposizione del questionario dopo le prime due fasi del progetto (al 4 maggio 2017)

PRIMA FASE. Dall’analisi dei risultati dei questionari è emerso che la conoscenza di cosa sia un ictus è di buon livello in circa 2/3 dei presenti. Solo il 21% non sembra sapere bene cosa si intenda per ictus. Quasi tutti hanno correttamente indicato che è opportuno, in caso di sospetto ictus, recarsi il prima possibile in Pronto Soccorso o chiamare subito il 118 (ora 112). Solo però 2/3 conoscono l’esistenza della “trombolisi”, trattamento specifico per l’ictus ischemico nella fase iperacuta. Per quel che riguarda il tempo durante il quale si può intervenire con i farmaci specifici, ben il 97% degli intervistati sa che occorre intervenire al più presto possibile. Alcuni dei fattori di rischio per ictus sono noti alla grande maggioranza degli intervistati (ipertensione 93%, colesterolo alto 88%). Solo la metà sanno però che la Fibrillazione Atriale ed il Diabete sono tra i più importanti fattori di rischio. Generalmente buona la conoscenza di come la malattia si manifesta: segni tipici come l'improvvisa comparsa della bocca storta, l’improvvisa difficoltà a parlare o comprendere, l’improvvisa violenta cefalea, i disturbi dell’equilibrio sono riconosciuti da circa 2/3 di chi ha risposto al questionario. E’ invece preoccupante che un disturbo di forza a metà corpo (emiparesi) e un improvviso deficit visivo siano conosciuti come tipici sintomi di ictus da solo il 54 e 60% dei rispondenti.

SECONDA FASE. La valutazione finale globale del rischio per ictus (calcolo globale di rischio (CHA2D2VASc score + Valutazione obbiettiva fattori di rischio + Punteggio di gravità all’Eco-color-doppler TSA) ha dimostrato che la maggioranza (60% circa) dei soggetti ha un rischio globale per ictus basso o molto basso, mentre circa 1/3 ha un rischio di ictus di grado medio e il 10% circa ha, infine, un rischio di ictus alto o molto alto.

TERZA FASE. Tra la fase preliminare e l’ultima fase (dopo la conferenza formativa e lo screening) si è potuto constatare un grande miglioramento nella conoscenza della malattia e nella consapevolezza sui fattori di rischio e sui segni d’esordio. La percentuale di errori, già soddisfacente all’inizio (21%), si è molto significativamente ridotta, passando al 6%. In particolare, si segnala che chi ha risposto al secondo questionario ha dato sempre risposte corrette a ben 4 su 6 domande sulla conoscenza della malattia, a 3 su 11 domande sui fattori di rischio, a 5 su 11 sui sintomi e segni all’esordio. Anche nelle domande che hanno avuto ancora qualche risposta sbagliata, comunque, la percentuale di errori si è notevolmente ridotta.


                                          Prof. Carlo Gandolfo -  Ordinario di Neurologia - Responsabile Scientifico

 

 

Storico Liguria

IO NON RISCHIO - EVENTO FORMATIVO SULLA DISABILITA' DI TUR.ACCES.S. E A.L.I.Ce. LIGURIA

“IO NON RISCHIO” Sabato 14 ottobre 2017, in concomitanza con EPYG 2017, ci sarà la giornata "IO NON RISCHIO", campagna nazionale di comunicazione sulle buone pratiche di protezione civile, che, quest'anno, avrà come tema dominante la disabilità. L’Associazione TUR.ACCE.S., in collaborazione con EPYG 2017, Istituto Davide Chiossone, Dialogo...

A.L.I.CE. LIGURIA ICTUS E DISTRETTO ROTARY 2032

PROGETTO DISTRETTUALE: IL ROTARY CONTRO L’ICTUS A) PRIMA FASE: INCREMENTO DELLA CORRETTA CONOSCENZA DEL PROBLEMA ICTUS NEI ROTARY CLUB DEL DISTRETTO 2032 Presentazione, durante una Conviviale di Club, di un breve questionario relativo alla conoscenza della malattia ai soci del Rotary Club coinvolto nell’iniziativa ed ai loro ospiti. Raccolta dei questionari compilati e...

Esibizione del Coro Afasici di A.L.I.Ce. Liguria all'OCTOBERPEST il 26 Settembre 2017

Con la preziosa collaborazione dell'Associazione Valori Alpini di Genova, di diverse altre associazioni di volontariato e dei Rotary Club Genovesi, il 26 Settembre 2017, presso il grande tendone dell'OktoberFest di Piazza della Vittoria di Genova, si esibirà, con il proprio repertorio musicale, il Coro Afasici dell'Associazione per la Lotta all'Ictus...

GIORNATA MONDIALE DI LOTTA ALL'ICTUS CEREBRALE - CONVEGNO A GENOVA IL 28-10-2017

In occasione della Giornata Mondiale di Lotta all’Ictus Cerebrale che, come ogni anno, è stabilita dalla “WORLD STROKE ORGANIZATION” per il 29 ottobre 2017, l’Associazione per la lotta all’Ictus Cerebrale della Liguria (A.L.I.Ce. Liguria Onlus) organizza a Genova, sabato 28/10/ 2017, un Congresso, aperto alla popolazione, per aggiornare su quanto viene...

FESTA DI NATALE 2017 - ESIBIZIONE DEL CORO

Domenica 3 Dicembre 2017, alle ore 15.30, presso il Teatro Van Pauer di Genova, Via Ayroli, 35, si terrà un'esibizione del Coro degli afasici "La Voce di A.L.I.Ce." organizzato dall'associazione A.L.I.Ce. Liguria Onlus, con il supporto della Pubblica Assistenza Croce Blu di Genova Castelletto. Lo spettacolo è gratuito, con offerta libera a favore di A.L.I.Ce....

Copyright © Liguria. All Rights Reserved | cms engineering Estar group